Chi segue eco-à-porter con costanza, si ricorderà dell’intervista del mese fatta a Stefano Panconesi, maestro tintore da quattro generazioni, il cui padre, perito chimico tintore diplomato all’Istituto Buzzi di Prato, è stato fondatore dell’Associazione Italiana di Chimica Tintoria e, con la maestra tintora Maria Elda Salice, nel 1976, ha portato a conoscenza l’uso dei colori naturali nelle tintorie industriali italiane.

Ciò che fa Stefano da più di trent’anni è convincere l’industria che i coloranti naturali possono essere usati per il tessile e non solo, senza creare danni all’ambiente, agli addetti ai lavori e a chi indossa tali manufatti.

Per meglio divulgare la tradizione della tintura naturale, Stefano Panconesi ha fondato, insieme alla moglie Sissi Castellano, l’associazione Casa Clementina, che si trova a Pettinengo, vicino Biella, paese noto anche come ‘il balcone del biellese’ perché domina la pianura da un’altitudine di 700 metri.

Sede dell’associazione è un’antica villa appartenuta a Clementina Corte, fotografa locale e direttrice di spettacoli teatrali amatoriali; dopo decenni di abbandono, la villa è stata recentemente oggetto di un attento e simpatico restauro, che ha conservato gran parte della sua essenza, compresi i soffitti affrescati e ampie zone della carta da parati originaria.

Casa Clementina

Centro di studi tessili legati alla ricca cultura del biellese, ispirata dalla convinzione che i contatti e gli scambi con altre culture siano essenziali per lo sviluppo e il rafforzamento delle identità culturali, Casa Clementina tiene dal 2011 corsi di tessitura, tintura e artigianato e accoglie insegnanti di tessitura, esperti di tinture naturali, ricercatori e artisti tessili, nonché chiunque sia interessato a scoprire e/o condividere esperienze nell’artigianato tradizionale.

Inoltre la Casa ospita anche una biblioteca sulla tessitura e la tintura naturale con volumi in italiano, inglese, francese e altre lingue. I pasti cucinati in casa vengono serviti nell’ampia veranda o in giardino durante la bella stagione, offrendo una possibilità di interazione più rilassata tra alunni e insegnanti.

Una bella opportunità che offre Casa Clementina quest’estate è una open call rivolta ad artisti/tintori naturali che, dal 10 al 23 agosto prossimi, potranno soggiornare presso la sede dell’associazione, seguendo workshop tematici, utilizzando tutti gli strumenti disponibili, compresa la tintoria e il giardino e mangiando prodotti di stagione dell’orto e delle fattorie locali.

Per partecipare alla selezione, bisogna inviare entro il 15 maggio a casaclementina10@gmail.com una lettera motivazionale, il proprio CV, un piano progettuale e un PDF contenente fino a sei immagini di propri lavori recenti. Per maggiori info potete comunque scrivere alla mail sopra indicata e visitare questa pagina.

Previous articleL’insostenibilità secondo Abercrombie & Fitch
Next article‘Icon Vintage Dress’, il vintage che ha fatto la storia

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here