Oltre alla settimana di fine aprile che noi eco-fashionisti conosciamo bene, Fashion Revolution lavora tutto l’anno con iniziative che vanno da corsi online a eventi vari ma questa mancava: una Summer School di moda sostenibile nella meravigliosa Grecia!

La organizzano l’Università di Economia e Commercio di Atene e Fashion Revolution Grecia in collaborazione con le principali università e istituzioni di moda etica di Stati Uniti, Europa e America Latina.

Più di 25 tra i migliori accademici ed educatori provenienti da istituzioni statunitensi ed europee, quali ad esempio Fashion Institute of Technology, Pratt Institute, University of Exeter, St. Martins, London College Fashion, Institute of European Design, parteciperanno al programma educativo della durata di tre settimane. A seguirlo, studenti e professionisti del settore di tutto il mondo.

Il programma si rivolge a coloro che desiderano acquisire nuove competenze e strumenti nel campo della moda sostenibile e circolare, con la possibilità di accedere a una ricerca critica e alle reti necessarie per diventare ‘rivoluzionari della moda’.

La Fashion Revolution Summer School, ovvero insegnanti, professionisti e studenti, si sposterà dal 6 al 26 giugno attraverso la Grecia, da Salonicco a Kilkis, da Corfù a Kalamata, Mani e Atene, dove si visiteranno le sedi dell’intera filiera di produzione di materie prime e delle lavorazioni circolari per l’applicazione di pratiche sostenibili nel settore moda, compresi siti archeologici e monumenti dei beni culturali legati all’edilizia circolare.

Alla fine del programma, gli studenti metteranno alla prova le proprie conoscenze, implementando le risorse acquisite e migliorando le capacità di co-working durante la tre giorni di FRSS Fash-Tech Hackathon, evento riconosciuto a livello internazionale, che si svolgerà ad Atene dal 24 al 26 giugno.

Esperti dell’ecosistema locale e stilisti di moda di fama regionale lavoreranno insieme agli studenti al fine di presentare nuovi progetti a tema alla cerimonia di chiusura dell’FRSS.

Alla fine del periodo formativo, gli studenti potranno decidere di restare per una o più settimane per affiancare i professionisti di loro interesse o svolgere uno stage a breve termine in un’impresa/marchio di moda sociale o circolare.

Previous articleDai Sari riciclati, abiti ‘delhiziosi’
Next articleUna nuova era di fibre e plastiche

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here