Sembra ieri invece è già passato quasi un anno dalla mia esperienza all’ISKO Denim Seminar di Castelfranco Veneto e, premiati i vincitori al Neonyt Berlino dello scorso luglio, è arrivato il momento di parlare della settima edizione del contest legato al progetto formativo ISKO I-SKOOL, che coinvolge gli studenti delle scuole di moda, i loro insegnanti e i designer specializzati nel denim.

Presentata la scorsa settimana a Neonyt Berlino, la settima edizione di ISKO-ISKOOL ha come tema creativo ‘North, East, South, West – connected by one planet’ (Nord, Est, Sud, Ovest – collegati da un pianeta), argomento molto attuale in cui l’esplorazione del mondo, sia a livello locale che globale, va di pari passo con l’attenzione al ciclo di vita del prodotto.

I designer lavoreranno sull’idea di cittadinanza, scavando nelle proprie radici e avvicinandosi contemporaneamente a culture diverse per definire e rintracciare la geografia del mondo, il tutto collegato al concetto di responsabilità: “Non importa dove siamo nati o dove viviamo, una cosa resta la stessa: condividiamo tutti questo pianeta. Essere un designer oggi non significa solo creare cose belle, significa anche essere consapevoli del processo nel suo insieme, dagli schizzi alla produzione al marketing, assumendosi la responsabilità del ciclo di vita del prodotto. Ti chiediamo di esplorare il mondo che ti circonda sia a livello locale che globale.
Ciò significa attingere alle proprie origini e al proprio background e combinarlo con influenze e idee ispirate da altre culture e stili di vita per creare il proprio denim responsabile”.

Da questa tematica ogni partecipante al contest dovrà sviluppare una capsule collection legata alla propria visione, includendo due outfit, ognuno con un jeans a cinque tasche per interpretare il concetto di ‘locale’ e due pezzi, sempre in denim, sia capo che accessorio, per il concetto di ‘globale’.

Tante le scuole coinvolte, dall’Istituto Marangoni al NABA di Milano al Polimoda di Firenze, dalla Parsons di Parigi all’Akademie Mode&Design di Monaco al Fashion Institute of Technology di New York, solo per citarne alcune.

In primo piano, dentro e fuori il concorso, la responsabilità, che ISKO affronta con la piattaforma R-TWO ovvero una combinazione di materiali riciclati e riutilizzati che si basa in particolare su una miscela di cotone riutilizzato e poliestere riciclato, così da affrontare due dei problemi che ‘affliggono’ attualmente la catena di approvvigionamento dell’abbigliamento: promuovere l’efficienza delle materie prime e ridurre i rifiuti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here